Archivio mensile:maggio 2013

La valutazione nella FAD

La valutazione nella FADLa fase di valutazione in presenza rappresenta un processo difficile da attuare perché è necessario trovare i parametri giusti per definire le modalità attraverso le quali un soggetto dovrà essere giudicato. Ancora più ardua risulta essere la valutazione online, definita come l’anello debole della FAD.
Qual è il motivo?

Continua a leggere

La valutazione dell’utente in un corso ECM online

La valutazione dello studente ecmCome si valuta l’ utente di un corso online all’interno della piattaforma ADAecm?
La valutazione rappresenta la fase finale di verifica delle conoscenze/competenze acquisite a seguito del processo di apprendimento. L’utente, dopo aver compilato il questionario finale di verifica e aver dato risposta positiva ad almeno il 75% delle domande, può ottenere l’attestato con i crediti formativi ECM. Grazie allo strumento valutativo l’utente percepisce non solo il livello di formazione acquisito attraverso il corso online ma anche la tipologia di apprendimento a lui più consona (autoformazione e/o formazione di gruppo attraverso la rete).

Continua a leggere

ECM, come li vedono i professionisti della sanità

sguardoL’accreditamento in materia ECM ha raggiunto l’obbligatorietà in seguito alla manovra Monti, legge n° 214 del 22/12/2011-art. 33 (leggi l’articolo qui). Il vincolo normativo potrebbe creare una forte distorsione rispetto all’essenza originaria dell’ECM, presente in ambito medico e sanitario dal 2002.
Abbiamo chiesto l’opinione dei professionisti sanitari.
Continua a leggere

EACCME: innovazione e sviluppo verso l’armonizzazione europea.

foto-Marco-Capizzi-256x300

Il sistema di educazione continua in medicina italiano (ECM) non può prescindere dalla politiche di formazione continua decise a livello europeo. Fortunatamente esistono progetti e organizzazioni che lavorano per l’armonizzare dei sistemi formativi europei, per il riconoscimento delle competenze e dei crediti nazionali a livello europeo, per la mobilità dei medici e degli infermieri in formazione e per la condivisione delle conoscenze mediche comunitarie sfruttando anche le tecnologie.
Abbiamo parlato di questi temi con il Dottor Marco Capizzi.

Continua a leggere